Carolina Sopò Santini - Dott.ssa magistrale in Lettere Moderne e Antropologia

Caratteristiche degli Oli veicolanti



   

Sinergia di oli essenziali ed oli veicolanti naturali e biologici. Miscele personalizzate,
create da Carolina, dal 1993, con amore ed esperienza in bottiglie decorate a mano.
L'intenso colore rosso, completamente naturale, dell'olio di Iperico
è dovuto all'ipericina, pigmento contenuto nelle strutture
ghiandolari dei petali dei fiori gialli e nelle foglie verdi della pianta.

- Olio per la cura del corpo: Arnica, iperico, melissa, salvia, rosmarino, timo, verbena
- Applicare con un gesto e massaggio affettuoso e curativo
Dona un intenso profumo di erbe dolci e selvatiche


- Arnica montana: oleolito ottenuto dalla macerazione dei fiori secchi in olio extravergine biologico di oliva, che è a sua volta antiflogistico, ringiovanente delle cellule, ricco di vitamina E, A e D e simbolizza potenza e guarigione
- L’arnica allevia ematomi, contusioni, edemi, reumatismi, dolori osteoarticolari e muscolari

- Hypericum Perforatum: oleolito ottenuto dalla macerazione dei fiori freschi in olio extravergine biologico di oliva, che è a sua volta antiflogistico, ringiovanente delle cellule, ricco di vitamina E, A e D e simbolizza potenza e guarigione
L’intenso colore rosso è dovuto al suo principio attivo l’ipericina, pigmento contenuto nelle strutture ghiandolari dei petali dei fiori gialli e nelle foglie verdi della pianta
L’iperico rasserena l’animo Lenisce e disinfetta cicatrici, scottature, couperose e lesioni dermiche Attenua smagliature e rughe Allevia reumatismi, edemi e dolori muscolari

Oli essenziali naturali di:
Melissa officinalis, 
 Distende i muscoli, seda spasmi, calma i nervi, riscalda, equilibra
Salvia officinalis L Purifica, drena, disinfetta, tonifica il corpo e la mente Sconsigliato in gravidanza
Rosmarinus officinalis L 
 Tonifica e rinforza i muscoli Stimola la circolazione, la memoria e la concentrazione Sconsigliato in gravidanza
Tymus vulgaris L Allevia i dolori reumatici, riscalda, decongestiona le vie respiratorie, disinfetta e lenisce la tosse Tonifica il cuoio capelluto, disinfetta e purifica, Stimola la memoria Sconsigliato in gravidanza
Verbena odorosa o Aloysia citrodora Lenisce i dolori delle articolazioni Seda gli spasmi Abbassa la febbre Decongestiona e disinfetta le vie respiratorie Riequilibrante dell’umore Pianta propiziatrice e purificatrice Facilita la concentrazione Sconsigliato in gravidanza
50ml

 

Oli naturali completamente vegetali usati per la base delle miscele

 

Olio di Avocado purissimo e naturale Persea Gratissima

Ottenuto dalla pressione della polpa disidratata della Persea Gratissima
Tonico, astringente, nutriente, cicatrizzante, elasticizzante della pelle, antipsoriasi, antieczema, lenitivo Ricco di acidi grassi insaturi, vitamina A, D, E, omega-3, lecitina, antiossidanti, potassio e proteine


Olio di Germe di grano purissimo, naturale e alimentare: Triticum Sativum

Ottenuto dalla pressione a freddo del Triticum Sativum
Contiene octacosanolo, che fornisce glicogeno ai muscoli rafforzandoli, lecitina, provitamina A, vitamina B, D ed un'alta percentuale di vitamina E, sotto forma di tocoferoli naturali, che sono nutrienti vitaminici essenziali e potenti antiossidanti liposolubili Contiene acido linoleico detto omega 6, omega 3, acido palmitico e oleico Nutriente, idratante Previene l'insorgenza della arteriosclerosi, abbassa il colesterolo Ripara i tessuti Rigenera le cellule Stimola le funzioni ghiandolari e muscolari L'olio di germe di grano è consigliato ai young-boys/girls durante lo sviluppo e agli adulti di ogni età per aumentare le difese del sistema immunitario Combatte lo stress e l'affaticamento fisico e mentale


L'Olio di Jojoba purissimo e naturale: Simmondsia chinensis

 Ricavato dalla spremitura dei frutti della Simmondsia chinensis, è in realtà una cera liquida più che un olio, per questo è molto leggero ma se si lascia al freddo può soldificarsi  Serve a mantenere l'idratazione della pelle Contiene vitamine E, F, Rame, Zinco, Iodio, Selenio, Cromo, e minerali antiossidanti naturali: i tocoferoli

Il jojoba è antinfiammatorio ed emolliente, stimola la circolazione cutanea Antieczema, antipsoriasi antiscottature, antiforfora, detergente della pelle, antimicotico


Oli naturali completamente vegetali

Iperico: Hypericum Perforatum
L’iperico rasserena l’animo Lenisce e disinfetta cicatrici, scottature, couperose e lesioni dermiche Attenua smagliature e rughe Allevia reumatismi, edemi e dolori muscolari

 

Oleolito Detto anche erba di San Giovanni o Hypericum Perforatum:L’intenso colore rosso è dovuto al suo principio attivo l’ipericina, pigmento contenuto nelle strutture ghiandolari dei petali dei fiori gialli e nelle foglie verdi della pianta Lenitivo, emolliente, antipsoriasi, cicatrizzante, antisettico, anestetico, astringente, purificante, anticouperose, decongestionante, antismagliature, antiscottature, antinfiammatorio, antireumatico, antidolorifico-

Ottenuto dalla macerazione, sotto i raggi solari estivi, dei fiori freschi in olio extravergine di oliva biologico, Il pH dell'olio extravergine di oliva è espresso in acidi grassi liberi di acido oleico (C 18:1) e non deve superare 0,8% di C 18:1. Qualità: antiflogistico, ringiovanente delle cellule, ricco di polifenoli e di vitamine A e D ed E, ovvero di tocoferoli naturali, che sono nutrienti vitaminici essenziali e potenti antiossidanti liposolubili. Contiene "l'oleocantale" che dà all'olio il tipico sapore "piccantino" che ha ottimi effetti analgesici. Contribuisce alla formazione delle ossa, al processo di mielinizzazione del cervello ed all'accrescimento; aumenta le difese immunitarie, migliora la qualità del colesterolo presente nel sangue, riduce la pressione arteriosa. Una curiosità: l'olivo simbolizza potenza e guarigione!

Hypericum perforatum

I fiori sono di un giallo carico e i petali contengono principi medicinali attivi Sono ricoperti di puntini neri, che, se sfregati, tingono le dita di rosso ed è per questo che l'oleolito di iperico diventa di un meraviglioso colore rosso rubino

Il dottor RudoIf Fritz Weiss nel suo libro Nerbai Medicine afferma che solo l'Hypericum perforatum dispone di due rilievi lungo lo stelo che danno l'impressione di uno stelo appiattito
L' Hypericum perforatum viene conosciuto anche come "erba di San Giovanni" riferendosi a Giovanni Battista e viene raccolto il 24 giugno, durante il solstizio d'estate, giorno in cui si festeggia San Giovanni Durante il Medioevo, la notte di San Giovanni era costume dormire con un mazzolino d'iperico sotto il cuscino, nella convinzione che il santo apparisse in sogno e proteggesse il dormiente dalla morte per un anno intero
Ippocrate, il padre della medicina, Dioscoride, il più rinomato medico dell'antica Grecia, e Plinio il Vecchio, nell'antica Roma, la impiegarono per curare molte malattie Il nome latino Hypericum perforatum deriva dal greco e significa "contro i fantasmi" perché si credeva che l'erba respingesse gli spiriti maligni, i quali non potevano sopportarne l'odore
L'Iperico o erba di San Giovanni si impiega per curare le ferite da taglio e le ustioni, date le sue elevate proprietà antibatteriche, cicatrizzanti, lenitive e antivirali Inoltre, allevia i dolori reumatici, date le sue proprietà analgesiche, ridona il buon umore, poiché agisce sul sistema nervoso Favorisce il riassorbimento degli ematomi e migliora la condizione dei reni, dei polmoni, dello stomaco e dell'intestino L'oleolito di Iperico in olio di oliva extravergine è di qualità superiore, date le proprietà antinfiammatorie e antidolorifiche di questo prezioso olio

 

Arnica: Arnica montanaPianta appartenente alla famiglia delle Asteracee, Il nome del genere Arnica potrebbe derivare da una alterazione del tardo-latino “ptàrmica”, a sua volta derivato dal greco “ptàrmikos” (starnutatorio). Pianta rara e difficile da reperire poiché oggi fa parte della "flora protetta" nell'Italia settentrionale (Alpi e Apennino). Cresce a un'altitudine compresa fra i 600 e i 2800 metri sul livello del mare e fiorisce a giugno e luglio. I suoi fiori sono giallo-arancio. L'arnica dagli effetti benefici è solo quella montana.
L’arnica allevia ematomi, contusioni, infiammazioni, nevralgie, edemi, reumatismi, dolori osteoarticolari e muscolari e la stanchezza cronica.
Unicamente per uso ESTERNO: si applica sulla pelle il macerato oleoso di fiori (oleolito) oppure la tintura madre, da applicare con cautela poiché è idroalcolica.. Per uso interno viene usata esclusivamente tramite i rimedi omeopatici, contro i traumi fisici o stati di shock mentali, in varie forme e diluzioni.

Olio di Arnica al 40%: ottenuto dalla macerazione, sotto i raggi solari estivi, dei fiori freschi in olio extravergine di oliva biologico. Il pH dell'olio extravergine di oliva è espresso in acidi grassi liberi di acido oleico (C 18:1) e non deve superare 0,8% di C 18:1. Qualità: antiflogistico, ringiovanente delle cellule, ricco di polifenoli e di vitamine A e D ed E, ovvero di tocoferoli naturali, che sono nutrienti vitaminici essenziali e potenti antiossidanti liposolubili. Contiene "l'oleocantale" che dà all'olio il tipico sapore "piccantino" che ha ottimi effetti analgesici. Contribuisce alla formazione delle ossa, al processo di mielinizzazione del cervello ed all'accrescimento; aumenta le difese immunitarie, migliora la qualità del colesterolo presente nel sangue, riduce la pressione arteriosa. Una curiosità: l'olivo simbolizza potenza e guarigione!

Olio di Elicriso:

Come si prepara l'olio di Elicriso

Per preparare l'oleolito di elicriso si utilizzano i capolini (100 gr), lasciati essiccare in luoghi ventilati e bui e successivamente messi a macerare in olio di mandorle dolci o olio extra vergine di oliva (500 ml), in modo tale da trasferire i principi attivi liposolubili dai fiori all'olio

Si mettono i fiori secchi in un barattolo di vetro scuro, dotato di coperchio ermetico Quindi si aggiunge l'olio, fino a coprirli completamente, avendo cura di girare il macerarato ogni giorno, per evitare la formazione di muffe Dopo circa 40 giorni, si può filtrare l’olio, attraverso una tela leggera, o una garza Spremere il residuo, e se si desidera un olio purissimo, si può operare un secondo filtraggio, usando una garza di cotone, in modo che le fibre catturino le ultime impurità L'oleolito così ottenuto si conserva in una bottiglia di vetro scuro, in un posto fresco e possibilmente al chiuso

Oleoliti:

Achillea ( Achillea millefolium )
sommità fiorite
Pianta fresca e/o secca

Alloro ( Laurus nobilis )
foglie e/o bacche contuse
Pianta fresca e/o secca

Arnica ( Arnica montana )
fiori
Pianta fresca

Basilico ( Ocimum basilicum )
foglie
Pianta fresca e/o secca

Calendula ( Calendula officinalis )
capolini
Pianta secca

Camomilla ( Chamomilla recutita )
capolini
Pianta secca

Cappero ( Capparis spinosa )
corteccia e/o radice contusa
Pianta fresca e/o secca

Carota ( Daucus carota )
radice ( fittone )
Pianta fresca

Edera ( Hedera helix )
foglie
Pianta fresca e/o secca

Elicriso ( Helichrysum italicum )
fiori
Preferibilmente da pianta fresca, ma anche secca

Erba cappuccina ( Tropaeolum majus )
foglie
Pianta fresca e/o secca

Erica ( Calunna vulgaris )
fiori
Pianta fresca e/o secca

Eucalipto ( Eucalyptus globulus )
foglie
Pianta fresca e/o secca

Eufrasia ( Euphrasia officinalis )
parte aerea
Pianta fresca e/o secca

Fieno greco ( Trigonella foenum-graecum )
semi

Geranio ( Perlargonium spp. )
foglie
Pianta fresca e/o secca

Giglio bianco ( Lilium candidum )
petali
Pianta fresca

Ginepro ( Juniperus communis )
bacche
Pianta fresca o leggermente essiccata

Iperico ( Hypericum perforatum )
sommità fiorite
Pianta fresca

Issopo ( Hyssopus officinalis )
foglie
Pianta fresca e/o secca

Lavanda ( Lavandula officinalis )
fiori
Pianta fresca e/o secca

Ligustro ( Ligustrum vulgaris )
fiori
Pianta fresca

Luppolo ( Humulus lupulus )
coni
Piante fresca e/o secca

Maggiorana ( Origanum majorana )
foglie
Pianta fresca e/o secca

Noce ( Junglans regia )
mallo
Pianta fresca

Origano ( Origanum vulgaris )
foglie
Pianta fresca e/o secca

Peperoncino ( Capsicum annus )
frutti
Pianta secca

Pino ( Pinus spp. )
gemme
Pianta fresca

Pioppo nero ( Populus nigra )
gemme
Pianta fresca

Rosa ( Rosa gallica )
fiori
Pianta fresca

Rosmarino ( Rosmarinus officinalis )
foglie e/o sommità fiorite
Pianta fresca e/o secca

Salice ( Salix alba )
corteccia o canfora
Pianta fresca

Salvia ( Salvia officinalis )
foglie
Pianta fresca e/o secca

Santoreggia ( Santureja hortensis )
foglie
Pianta fresca e/o secca

Serenella / Lillà ( Syringa vulgaris )
fiori
Pianta fresca

Tiglio ( Tilia spp. )
fiori
Pianta fresca e/o secca

Timo ( Thymus vulgaris )
foglie e/o sommità fiorite
Pianta fresca ( soprattutto se si utilizzano le sommità fiorite ) e/o secca

Verbasco ( Verbascum thapsus )
foglie
Pianta fresca e/o secca

Verbena ( Verbena officinalis )
Parti aeree
Pianta fresca e/o secca

Zenzero ( Zingiber officinalis )
Rizoma
Pianta secca

 

 

 

 

 

Dott.ssa Carolina Sopò Santini - Sito Web Ufficiale. 2016/ad oggi. Tutti i diritti sono riservati, in ogni paese. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.